Tommaso Aramaico

Lì dove è pieno di nomi propri, c'è un nome che di nessuno è proprio. Chi l'ha scelto? Chi lo subisce? E perché? Meschino.

Libri

copertina-ringraziare

Ultimo arrivato è Ringraziare (Lazy Book Editore, 2016), romanzo che segue alcuni giorni di vita di Samuele Muscarà, un ventiseienne che dopo esser diventato padre deve rinunciare al sogno di diventare professore e mettersi a lavorare per poter mantenere la famiglia. Di giorno lavora al locale del fratello, la sera fa il proiezionista al Jolly, un piccolo cinema gestito da un suo vecchio amico. Fra queste due attività, Sammy cerca di guadagnare qualche soldo extra usando mezzi non sempre legali. Sammy ha un sogno. Mollare tutto e andare a vivere al Dream Camping, il campeggio gestito dallo zio. Vuole entrare come socio e così lasciarsi alle spalle tutto e tutti. Ci sono due ostacoli, però. Uno è Lucilla, la giovane moglie cui è legato da una profonda dipendenza. L’altro è il padre, Cassio Muscarà. Il piano di Sammy si regge su di un patto stretto proprio con quest’ultimo. Cassio è appena andato in pensione e sta per vendere il negozio in cui ha lavorato per tutta una vita. A Sammy dovrebbe andare una parte del ricavato, ma in cambio il padre vuole qualcosa. Sammy accetta, ma a questo punto sorge un problema. Il padre scompare nel nulla facendo perdere le proprie tracce. Inizia una ricerca disperata che porta Sammy a scontrarsi con una realtà che si oppone alla realizzazione del suo sogno. L’unico vero argine al caos sembra essere Teo, il figlio di soli due anni. Ed è qui, probabilmente, che si annida il vero problema, ossia la vera sfida: nell’accettazione del ruolo di cui Teo lo ha investito. Passando per aggressioni e minacce, frequentazioni non proprio raccomandabili e armi dal dubbio potenziale offensivo, Sammy dovrà compiere un lungo giro svelando un intrico di legami emotivi distorti. E tutto per tornare, in qualche modo, al punto di partenza…sul tema del “ringraziare” un po’ di tempo fa ho scritto un post dal titolo Ringraziare – una parola…del romanzo si parla sul sito di Lazy Book, per leggere qualcosa di più clicca qui…oppure visita “La libraia virtuale” di Ivana Daccò (clicca qui).


il posto77Cinque racconti, cinque spaccati di vita, cinque finestre aperte su altrettante realtà. I protagonisti de “Il posto di ciascuno” (Officine Editoriali, 2013), vengono chiamati ad affrontare inferni domestici, sociali e personali, lì dove non è più possibile rimandare o delegare ad altri. I due fratelli, i cui ruoli vengono a capovolgersi dopo il tentativo di suicidio di uno dei due. Le vicissitudini di Leo Majol, giovane impiegato che non è più in grado di tenere insieme vita reale e fantasmi interiori. Salvatore Tartaro, un falegname che, messo in ginocchio da un’amputazione, non riesce a far fronte ad un passato che si ripresenta più feroce che mai. Lia e Lea, l’isolamento di una madre dopo la scomparsa della prima figlia, a scapito degli altri. Una barchetta di legno per decenni lasciata al centro di un giardino e fatta a pezzi dal padre. Una domenica Michele, un adolescente perso nella cura dei fratelli, negli interrogatori della madre, nelle ambigue lusinghe del padre, costretto a mediare situazioni più grandi di lui. Mantenendo un equilibrio fra realismo e dimensione fantastica, “Il posto di ciascuno” rappresenta il conflitto fra individuo e famiglia, la prevaricazione dei genitori sui figli. La ricerca di un posto nel mondo, nonostante tutto, l’emancipazione dal passato, la costruzione di una condizione migliore sono i temi portanti di questa raccolta di racconti, laddove i genitori hanno irrimediabilmente fallito. Clicca qui per leggere gli Incipit dei racconti

stealth-f8e10f59cbf69c0457bf8c566aaba393Infinita perturbazione (Officine Editoriali, 2014) è una raccolta di sette racconti crudi e spietati sulle mille sfaccettature della condizione umana. Nei primi racconti la condizione di discriminazione, seppur mal tollerata, diventa rassegnazione mentre nei successivi i protagonisti tentano di scoprire un lato comico, seppur tragico, della loro vita, peraltro riuscendo malamente nell’intento. Il settimo ed ultimo racconto, che dà il titolo all’ebook, è di più ampio respiro. Bruno Spes, quarantaquattrenne impiegato nel recupero crediti, galleggia sulla superficie della vita e affronta il mondo mostrando le vene del collo e della fronte, risultato di anni di palestra che gli hanno insegnato ad imporsi. Ma quando il figlio più piccolo scompare, si rende conto di non conoscere la sua famiglia, la moglie e i figli, e il problema alla vista che gli filtra il mondo attraverso un fitto schermo di pioggia che vede solo lui lo ha isolato sempre di più. Comprende che deve essere lui a riportare a casa il ragazzo e ad infondergli fiducia. Con lo stile conciso che lo contraddistingue, Tommaso Aramaico mescola generi diversi continuando ad indagare in quel complesso coacervo di emozioni che è il rapporto padre/figlio. Clicca qui per leggere gli Incipit dei racconti…

2 commenti su “Libri

  1. Alessandra
    febbraio 22, 2017

    Pssst, Tommaso, mi sono digitalizzata anch’io, da poco, da pochissimo (che esperienza! per un’amante della carta come me!), ma non dirlo a nessuno, eh?! 😉 Vorrei leggere la raccolta Il posto di ciascuno, ma anche questo non dirlo a nessuno, che rimanga un segreto tra noi 😉 🙂

    • tommasoaramaico
      febbraio 22, 2017

      Ti risponderò anche io con un filo di voce. Difficile, da principio, leggere rinunciando alla carta, ma poi, che dire, l’esperienza ri-paga. Con tono ancor più basso: ma che dici? Trovi tu il tempo per scendere fra i comuni mortali? L’idea stessa mi onora/delizia…
      P.s. Questa volta ad alta voce. Grazie per il messaggio che con garbo parla direttamente alle mie idiosincrasie…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimosse. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Cookie Policy

Questo blog è ospitato su piattaforma WordPress.com con sede e giurisdizione legale negli USA. La piattaforma fa uso di cookie per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati sono raccolti in forma anonima e aggregata da WordPress.com e la titolare del suddetto blog non ha alcun accesso ai dettagli specifici (IP di provenienza, o altro) dei visitatori.
Il visitatore può bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) tramite opportuna configurazione dal menu "Opzioni" del proprio browser.
Questo blog è soggetto alla Privacy Policy della piattaforma WordPress.com.

Blog che seguo

Il Taccuino:Ufficio Stampa x Scrittori/Editori

Il nostro lavoro nasce con la precisa esigenza di NON dover pubblicizzare tutti i libri che ci vengono proposti, ma di diffondere solo ed esclusivamente titoli ritenuti credibili e degni di nota. Contattaci o prendi un appuntamento telefonico nella sezione contatti.

Ad alta voce / En voz alta

...e non più quando è notte alle mie spalle splendono due ali. (Arsenij Aleksandrovic Tarkovskij)

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Mia Nonna Fuma

Il blog di Alessandro Raschellà

Nothing_Is_True_Nothing_Is_Untrue

...all human actions and interactions are psychological...

Pittate d'ogni giorno

di Attilio Del Giudice

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: